Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Piazza della Loggia’

Per la strage di piazza della Loggia di recente sono stati condannati due esponenti di Ordine Nuovo. Eppure anche in questo caso la verità sembra essere un’altra.

Priore: «È per questo che sono scettico sulla loro responsabilità. Sappiamo che la Germania dell’Est impedì a un brigatista di entrare in quel Paese, e nel respingerlo spiegò che era collegato a una strage avvenuta poco tempo prima in Italia. Addirittura la comunista Ddr rivelò anche i nomi delle fonti a sostegno di questa ipotesi, e fra queste c’era un giornalista dell’Unità. La cosa assurda è che in questa direzione sostanzialmente non si indagò mai».

(Il Tempo)

Nello stesso posto vive un secondo brigatista, Arialdo Lintrami, che nel giorno della strage di piazza della Loggia si trova a Brescia. Anche Lintrami, morto da tempo, si è sempre proclamato innocente. Interrogato nel 1996, spiega la sua presenza in città con una visita ai parenti della consorte, e aggiunge di essersi recato in piazza solo dopo aver sentito per radio la notizia dell’attentato. Ma la moglie e il cognato lo smentiscono, collocando la visita al 29 maggio.

Nella stessa via in quegli anni abita Pierino Morlacchi, uno dei fondatori del primo nucleo delle Br, che subito dopo la strage di Brescia si dà alla fuga verso la Germania dell’Est. Ma i servizi segreti “comunisti” d’Oltrecortina lo respingono, motivando la scelta col suo coinvolgimento in un «attentato dinamitardo» delle Br in Italia «dove ci sarebbero stati numerosi morti e feriti».

(Il Tempo)

Per la strage di Piazza della Loggia le cose sembravano chiare.

Mentre la strage di Piazza Fontana, che in realta fu un attentato bombarolo contro una banca, doveva essere spiegata come attaco contro la piazza, che non poteva essere opera di onesti anarchici, ma di stragisti neri in cooperazione con lo stato, per Piazza della Loggia non c´era bisogno di tutta questa “Contro-Informazione”.

Le vittime erano di sinistra e nussuno avrebbe mai osato di non dare la colpa alla destra.

Siccome i esecutori dal inizio venivano sempre solo cercati nel ambiente di destra, non si poteva denunciare lo stato di proteggere i destri come dopo Piazza Fontana.

Per questo l´unica strage con vittime rosse non era mai la preferita strage della memoria collettiva vittimista.

Annunci

Read Full Post »